rain
Unmute

Presentazione del libro “Venise Mariale”

Siamo lieti di invitarVi alla presentazione del libro “Venise Mariale, Guide artistique et spirituel” di Noëlle Dedeyan.

La guida Venise Mariale (Venezia Mariana) è stata concepita come un percorso artistico, spirituale e storico nel cuore di Venezia. L’opera propone 4 itinerari tematici con l’ausilio di mappe che permettono di scoprire ed ammirare le opere maggiori rivolgendosi ad ognuno dei venti misteri evocati dal Rosario.

La presentazione sarà svolta presso il

Collegio Armeno Moorat Raphael
Dorsoduro 2596 – Venezia
Domenica 06 Ottobre 2013, Ore: 17:00

Esposizione Fotografica e Video / Diyarbakir, Dikranagerd, Zeytun, Van

 

Diyarbakir, Dikranagerd, Zeytun, Van : Storie di esistenze sparite

di Helen Sheehan.

Ca Zenobio: Collegio Armeno-Moorat Raphael,

2596 Dorsoduro.

Venezia, 24 aprile – 7 maggio 2012

vernissage 24 aprile ore 17.30

 

In occasione della mostra storica di Armin T. Wegner a Palazzo Zenobio, si presenta anche la mostra dell’artista irlandese Helen Sheehan

Tanti sono gli armeni dispersi per il mondo a causa del Genocidio, perpetrato tra il 1915 e il 1916 durante gli ultimi anni dell’Impero Ottomano, che ha cancellato dalle mappe gran parte dell’Armenia storica. Cosa significa vivere in esilio? Il presente lavoro della fotografa irlandese Helen Sheehan tratta delle vicende di alcune famiglie, narrandone l’esilio attraverso immagini e suoni, aspetti tangibili della memoria. Nelle quattro sezioni dell’esposizione, Diyarbakir, Dikranagerd, Zeytun e Van, Sheehan si reca in diversi siti della Turchia orientale, abitati un tempo dagli armeni. Esplorando aspetti sonori delle loro esistenze, lo spettatore partecipa a un viaggio nel passato.

Sheehan concentra la sua attenzione su Diyarbakir da dove provengono molte delle famiglie da lei intervistate. All’interno del quartiere Sur İçi, ‘Entro le mura’, a cui gli abitanti si riferiscono come al ‘Quartiere degli infedeli’, è situato l’antico rione armeno che oggi è popolato in gran parte dalle famiglie curde e zaza, a loro volta esuli dalle loro terre. A Zeytun, il cui nome è stato cambiato in Süleymanlı, le poche tracce della presenza armena di una volta sono i pioppi e la fontana all’ingresso della città. Sulle sponde del lago Van, dove un tempo fioriva la vita culturale dell’Armenia occidentale, Sheehan ha fotografato il villaggio natio di Arshile Gorky (Vosdanig Manug Atoyan, 1904–1948). La mostra presenta un’immagine dell’artista e di sua madre proiettata su una masseria abbandonata, incrociata dallo sguardo di un anziano del villaggio.

Questi viaggi ci trasportano nei luoghi connessi con l’eredità comune delle famiglie esiliate e con i loro ricordi. Il negazionismo radicato nella Turchia contemporanea ha portato anche alla distruzione di monumenti storici significativi per la tradizione armena, alimentando una continua fonte di dolore per i discendenti delle vittime del Genocidio, nonché di imbarazzo per il mondo.

Sheehan è cresciuta in Irlanda, dove ha spesso visitato le remote lande occidentali con le loro masserie abbandonate che si elevano come monumenti a coloro che morirono o furono esiliati durante la grande carestia degli anni quaranta dell’Ottocento. Avvertendo quindi un legame personale con la storia dell’Anatolia orientale, la fotografa parte alla ricerca delle tracce dell’esistenza armena in questa terra. L’esposizione è frutto di un lavoro che Sheehan iniziò già alla fine degli anni Ottanta in occasione dei suoi primi incontri con le famiglie di esiliati armeni residenti a Parigi e a Londra. Le loro storie e gli oggetti sopravvissuti lungo i percorsi dell’esilio pervadono il lavoro di Sheehan con voci e memorie che non possono essere cancellate.

 

Collegio Armeno Moorat Raphael aperto tutti giorni dalle ore 11 alle ore 17.

chiuso il lunedì

Commemorazione del Genocidio Armeno

Collegio Armeno Moorat Raphael
presenta:


“Armin T. Wegner, gli Armeni in Anatolia
1915, immagini e testimonianze”


Introdurranno la mostra al pubblico Mischa Wegner, figlio di Armin Wegner
e Padre Krikoris Siranian
dell’Ordine Mekitarista di San Lazzaro.
inoltre le mostre:


DIYARBAKIR-DIKRANAGERD, ZEYTUN E VAN di Helen Sheehan
FRAMMENTI DI LUCE INTORNO AD UN GIARDINO NERO di Bjorn Jorgonson
24 aprile 2012 ore 17.30


Dalle ore 9.30 della mattina, alle ore 20.00 di sera il Maestro Koko Garabed
Sakayan realizzerà una grande pittura dedicata al tema nell’atrio del Palazzo;
la performance d’arte
e l’opera finita s’intitoleranno: …per me ogni giorno è il 24 aprile…

INCONTRI – CONFRONTI

 

Palazzo Zenobio per L’Arte è lieto di invitare la S.V. all’inaugurazione della mostra “INCONTRI – CONFRONTI”.
 
 
Sabato 3 Marzo 2012 ore 18.00
Palazzo Zenobio – Collegio Armeno Moorat-Raphael
Dorsoduro 2596, Venezia

Read more

Una nuova stagione al palazzo zenobio

 

  • Marion Greenstone Antologica a cura di/curator Archie Rand dal 24 marzo al 2 maggio e dal 12 giugno al 10 luglio 2011
  • Atlantis 11 Pavilion/HEICO Project dal 1° giugno al 5 giugno 2011
  • Armenia 54a Biennale di Venezia partecipazioni nazionali Manuals: Subjects of New Universality Mher Azatyan, Grigor Khachatryan, Astghik Melkonyan a cura di/curators Ruben Arevshatyan, Vardan Azatyan, Nazareth Karoyan dal 2 giugno al 27 novembre 2011
  • Islanda/Iceland 54a Biennale di Venezia partecipazioni nazionali Under Deconstruction Libia Castro & Olafur Olafsson a cura di/curator Ellen Blumenstein dal 2 giugno al 27 novembre 2011
  • PAIN…THING (vol.I°) Subjects and Objects/The Pain of the Uman/Catharsis Beyond the Vision Marco Agostinelli Svetlana Ostapovici Gianni Politi a cura di/curator Gianluca Marziani dal 2 giugno al 27 novembre 2011
  • Artsway/Arts University College Bournemouth 54a Biennale di Venezia eventi collaterali Artsway’s New Forest Pavilion Gayle Chong Kwan, Dave Lewis, Hew Locke, Mike Marshall, Christopher Orr, Sophy Rickett dal 2 giugno al 2 luglio 2011 Read more

Una nuova stagione per Palazzo Zenobio

 

un'opera di Marion Greenstone

 

 

Con la mostra dedicata a Marion Greenstone (24 marzo 2011) si inaugura una nuova stagione per Palazzo Zenobio, sotto la cura del poliedrico artista umbro, Marco Agostinelli e in stretta collaborazione con la curatrice internazionale Adelina von Fürstenberg.

Per oltre centosessant’anni, Palazzo Zenobio ha rappresentato un luogo di sintesi per la cultura e la formazione a Venezia. L’elemento determinante di tutto questo lungo periodo, quello che lega il passato al presente e ci auspichiamo al futuro, è stato sempre quello dell’arte.

 

 

Read more

The Mediterranean Approach

Palazzo Zenobio, Venezia

1 giugno 15 agosto, 2011

Inaugurazione 3 giugno, 19.00-22.00

ART for The World organizza sottoegida dellʼUPM (Union pour la Mediterannée) e in occasione della 54esima edizione della Biennale di Venezia,   una mostra internazionale nel piano nobile di Palazzo Zenobio, palazzo barocco già sede del Collegio Armeno, situato tra San Basilio/Zattere (vaporetto 2) e Campo Santa Margherita.

THE MEDITERRANEAN APPROACH

è curata da Adelina von Fürstenberg , Presidente di ART for The World insieme a Thierry Ollat, Direttore del Musée dʼArt Contemporain (MAC), Marseille, e organizzata in collaborazione con lʼarchitetto Uliva Velo e la curatrice indipendente Anna Daneri.

Read more

Presentazione del volume “Catalogo dei manoscritti armeni delle biblioteche d’Italia”

Venerdì 26 novembre 2010, ore 18:00
Ca’ Zenobio, Sala degli Specchi

 

Presentazione del volume “Catalogo dei manoscritti armeni delle biblioteche d’Italia

a cura di 
Gabriella Uluhogian 

Presenta 
Prof. Boghos Levon Zekiyan

La fucina italiana dei manoscritti armeni

 

a seguire l’intervento della curatrice
Prof.ssa Gabriella Uluhogian

 

Per informazioni:
Collegio Armeno Moorat Raphael
Tel. 041.522 87 70
Email. eventi@collegioarmeno.it
oppure
Email. info@infoarmenia.it